Storie

✍nel cortile

imagesIl cortile, agghindato da schizzi di verde lastricati, era il luogo d’incontro e ricreazione quotidiano dei bambini dell’enorme edificio a 4 palazzi. Formicaio di periferia dagli intonaci gialli,  scrostati  e imbrattati.

Non c’era pausa, nel lungo giorno, agli schiamazzi prodotti dai virgulti indigeni, le cui fila s’infoltivano con quelli importati da edifici contigui, e dai richiamati dalla strada.  

Palle di ogni sorta volteggiavano continuamente sibilando e rompendo vetri, di quando in quando. Con conseguenti urla e liti condominiali fra educatori. Corde, salti e nascondini arricchivano il repertorio, non disgiunti da canti, versacci e scorribande ai citofoni. Solo a buio inoltrato la pace riprendeva il sopravvento per qualche ora. Il silenzio mai poiché, come cassa di risonanza, il cortile assorbiva e restituiva tutti i rumori e gli umori delle vite stipate in quei palazzoni alitanti odor di cavoli e ragù.

Attraverso i soliti immarcescibili passaggi, stagioni e feste, il tempo volò senza ritegno e quei pargoli scatenati si ritrovarono, alcuni sorpresi altri invece pronti, scaraventati nella vita adulta. Dove, con modalità diverse e aspetto compunto, produssero nuove attività ludiche, non meno chiassose nella loro pericolosità.

I più studiosi, quelli che volente o nolente, o con qualche aiutino, agguantarono un pezzo di carta, furono quelli più efficaci e perseveranti. Brillando, per la verità, anche per intraprendenza e fantasia,tanto che i fortunati oggetti dei loro trastulli incravattati, ebbero esistenze grame, costellate da incertezze e avversità di qualsiasi sorta. Tranne lamenti e borbottii, che erano l’espressione gutturale dei giochi a loro più congeniali, non fecero altro che obbedire ai primi, secondo le regole dei doppi giochi. Salvo tentare di saltare sul tavolo verde, di solito con tutti i mezzi scorretti possibili, senza alcun riguardo per i caduti. Anzi. Ovvero giocando sporco.

Tra mosca cieca e prestidigitazione alla fine non restò altro che tentare la fortuna, al gioco.

Annunci
Standard

2 thoughts on “✍nel cortile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...