Uncategorized

octopus

Il signor Coccoli ha sentito il bisogno di comunicare, a mezzo stampa, il suo odio verso i terroristi.

Nella rubrica “le lettere di Corrado Augias” (laRepubblica, 26 maggio) scrive: “….odio lui (l’attentatore di Manchester) e tutti i terroristi che hanno massacrato bambini, adolescenti, adulti…e li odierei anche se avessero massacrato ottantenni dai capelli tinti…li odio e sento che mi fa bene, mi fa amare ancora di più tutti gli altri anch’essi, come me, potenziali vittime di orrendi attentati logisticamente inimmaginabili….spetta alla forza degli Stati contrapporsi alla violenza dei terroristi, forza politica, giuridica e anche fisica…

Sono certo che molti, moltissimi condividono il suo pensiero, anche lo stesso Augias che, alla fine della sua risposta, esorta a non diventare come loro pur nel diritto di difenderci e colpirli.

Non so se il terrorismo esista per davvero. Personalmente sono convinto che sia una creazione del Potere per sostenere se stesso, uno spauracchio per distrarre l’opinione pubblica (e portarla dalla propria parte): una sorta di falange di burattini assoldati per compiere lavori sporchi utili all’auto-mantenimento del Sistema e, al contempo, alimentare il mercato delle armi e fomentare divisioni e pregiudizi. Odio, appunto. Nel solo interesse supremo del Potere. Dalla contrapposizione (apparente) di queste forze, il Potere ne esce sempre rafforzato, unico custode della sicurezza delle genti, baluardo contro l’Uomo Nero.

Nessuno odia, stranamente, le infinite e perpetue nequizie del Potere. Chissà perché, forse perché né palpabili né visibili. Insomma non percepite come violenza, sebbene la spazzatura inclemente che aleggia, greve, sulle nostre teste (e le nostre spalle e le nostre terga) non tenta nemmeno di camuffarsi. Una violenza senza pari, sia per intensità che durata e ampiezza, che evoca addirittura consensi, comprensione e partecipazione. Un massacro di idee, sogni e speranze che non solo resta non vendicato, ma viene addirittura sorretto, agevolato. Davvero inspiegabile.

E se invece i terroristi fossero entità autonome? Cioè esistessero per davvero? Ribelli insomma, rivoluzionari che tentano di opporsi al Crimine Costituito, quello esercitato senza pietà dal Capitale e dall’Imperialismo, e che uccide sogni, destini, ideali, confini, onore, dignità e sopravvivenza di milioni di persone? In tal caso sarebbero da ammirare e sorreggere, se non fosse per la distorsione del bersaglio: inaccettabile (quanto controproducente), infatti, che a pagare ( e caro) siano solo e sempre inermi innocenti.

E non i veri Colpevoli. Il che riporta, evidentemente, alla considerazione di prima, cioè che il terrorismo è figlio del Potere e a lui funzionale.

NFTpop340

Dieci centimetri a sinistra, nella stessa pagina dello stesso quotidiano, nella rubrica “invece Concita” un giovane lettore, un ventitreenne nomato Arturo, si duole della pessima eredità lasciata dalle generazioni che lo hanno preceduto, e con cui sta avendo i primi durissimi scontri. Una realtà orrenda, mostruosa che gli sta giustamente stretta e la cui responsabilità scarica senza pietà su chi lo ha preceduto senza far nulla (secondo lui). E che vorrebbe risolvere invocando lealtà e moralità in chi detta le regole del gioco, nel boia. Il futuro (anche il suo) è ora, e sebbene inficiato da chi lo ha preceduto, non giustifica affatto il suo stare con le mani in mano. Se vorrà davvero tentare di cambiare le cose, dovrà rimboccarsi le maniche e, gettando alle spalle gli alibi, lottare sul serio per una Società meno disastrata (almeno). Odiando in modo oculato, magari.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...